Rivenditori

La semplicità del volo (EN/LTF A)

SUSI – Super semplice, super sicura

Decollare, volare, sentirsi bene: la SUSI (SUper SImple in Inglese) é una vela per tutti quelli che contano sulla massima semplicità. La SUSI é la vela con la massima sicurezza passiva nel nostro assortimento. Questa vela rende il volo di nuovo semplice e facile.

Semplicemente volare. La cosa attraente del volo è la sua semplicità: togliere la vela dallo zaino, mettere a posto i cordini e via. La SUSI porta tributo alle radici del volo. Con solo ventotto cassoni è la vela più semplice nel nostro assortimento e questa semplicità si rispecchia anche nel suo comportamento in volo: il bordo d’entrata si alza velocemente, senza andare oltre il pilota, i comandi sono lunghi e l’ammortizzazione è alta. La SUSI è proprio una vela che ti fa sentire bene.

Semplicemente sicura. Offrire la massima sicurezza possibile era lo scopo dello sviluppo della SUSI. La sua via di frenata è molto lunga per evitare di andare in stallo involonatario. In caso di chiusure asimmetriche la vela si riapre subito senza rotazione. In condizioni di turbolenza la SUSI trasmette sicurezza, grazie all’ alta stabilità della calotta.

Semplicemente versatile. Sicurezza passiva ad alto livello e una buona prestazione in volo non devono per forza compromettersi - con questa vela possono essere persino affrontati piccoli voli cross. La vera forza della SUSI consiste nel poter girare anche le termiche più strette, grazie al suo allungamento ridotto e la bassa velocità in volo. La SUSI è una maga nel salire in termica. Con un po’ di allenamento si lascia a bocca aperta pure quelli con le vele da gara.

Rivenditori

Il pilota

La Susi offre la massima semplicità ed è adatta per ogni tipo di pilota. Ci teniamo però a specificare, che, nonostante ha un livello alto di sicurezza passiva, richiede di volare con la testa e non compensa le abilità del pilota (volo attivo).

L' avventura SUSI

Colori

Orange Flux

Sensazioni SUSI

"[...] The simplicity, dampening and stability will appeal to those who do not fly regularly and who have a low fear threshold. Despite this, the SUSI pilot must of course be sensible in their choice of flying conditions. These are people who consciously want to get away from the faster/higher/further hype; they are relaxed recreational pilots who want to have a good time in the air. Life is hard enough." 

Karl Slzesak, DHV, Safety & Technical department 

Read the full story of Klaus' SUSI experience (German only) ↗

Dati tecnici

Materiali

Assistenza

Volume di consegna

Domande frequenti

L’ efficienza dipende molto dalla resistenza aerodinamica del pilota stesso ed é direttamente correlata alla selletta usata e la sua posizione in volo. La differenza tra sellette e tra le diverse posizioni in volo può cambiare di un punto l’ efficienza. Noi stessi non diamo dati assoluti dell’efficienza, ma solamente ci confrontiamo con altre vele di referenza. Per questa ragione non pubblichiamo i dati relativi all’ efficienza.

Semplicità é il nostro principio. Le nostre vele possono, ma non devono essere piegate con l’aiuto della sacca a ripiegamento veloce. Fondamentalmente tutte le nostre vele possono essere messe in una sacca, senza essere piegate. Importante è non piegare inutilmente forte le stecche, soprattutto non per un periodo più lungo. Inoltre consigliamo un accurato uso della vela.

All’ asciutto, non piegato troppo stretto e possibilmente senza grandi sbalzi di temperatura – queste sono le condizioni, nelle quali i nostri parapendii si sentono bene. Per favore non depositare un parapendio umido. Anche calore grande – come per esempio in macchina – dovrebbe essere evitato. Eventuali macchie non devono - in nessun caso - essere tolte con un detergente chimico e/o una spazzola.

I freni sono parte rilevante per l’omologazione – cambiamenti possono ripercuotersi sulle caratteristiche di volo e su manovre estreme. Dato quest’aspetto, noi sconsigliamo fortemente di apportare cambiamenti ai freni. È di grande importanza, che i freni abbiano abbastanza via “a vuoto”. Questo è importante per impedire, che la vela inizi a frenare da sola, quando si spinge la pedalina. Inoltre un freno troppo corto diminuisce l’efficienza e influisce manovre estreme, come chiusure, aperture di esse o situazioni di pre-stallo.

Come tenere i comandi è una cosa di preferenza personale, che s’incide notevolmente sull’handling della vela e le sue caratteristiche. Noi di NOVA consigliamo mezzo avvolgimento: prendere il comando in mano e avvolgere il cordino intorno a metà mano, così che il cordino lascia la mano tra pollice e indice. Questo accorcia i freni di ben 30 centimetri, cosa che si riflette in modo positivo sul feedback: si sente direttamente la tensione del freno e, avendo le braccia più alte, si sentono meglio le reazioni della vela. Frenare senza avvolgimento è sconsigliabile pervia dell’ergonomia. Esclusi sono planate e altri momenti in volo, durante i quali un diretto handling non ha importanza. Attenzione: chi è abituato a volare senza avvolgimento, deve calcolare la via di frenata accorciata.

La risposta dipende dalla tua preferenza personale: se preferisci tanta dinamica e agilità, devi volare la vela nella parte superiore della gamma di peso in volo. Se invece ti piace il volo tranquillo e ben ammortizzato sarai più contento se voli con un carico medio o nella gamma di peso inferiore. Naturalmente hanno influenza anche le condizioni di volo. Un carico superiore porta più stabilità in condizioni turbolenti e di vento forte, con un carico inferiore invece sei invincibile in termiche deboli. Come vedi, caricare in modo giusto la vela è una questione di preferenza personale e dipende dalle condizioni nelle quali voli. Il tuo distributore NOVA volentieri ti consiglia!

Teli, cordini e tutti gli altri elementi di una vela sono sottoposti a prove intensive prima di essere usati in prodotti di serie. Testiamo i teli per quanto riguarda la loro longevità (porosità alta o diminuita resistenza a strappi causati da raggi UV o abrasioni) e la loro resistenza meccanica - come la distensione. Per assicurare la qualità facciamo controlli regolari durante la produzione.  

Con i primi voli i cordini sono sottoposti per la prima volta a dei carichi. Allungamento o restrizione ne sono la conseguenza, indipendentemente dal produttore del cordino o da com’è stato usato nella produzione della vela. Per pareggiare questo movimento dei cordini ti consigliamo di inviare la tua vela per un NTT dopo le prime dieci fino venti ore di volo. Dopo queste ore la lunghezza dei cordini, di regola, non si modifica più. Per usufruire alla meglio del NTT noi di NOVA consigliamo di portare la vela per un controllo dopo le prime dieci fino venti ore di volo.

Il PRION già offre un alto livello di sicurezza passiva, la SUSI è ancora più semplice nell’utilizzo. La SUSI, per esempio,  ha vie di frenata molto lunghe, grazie alle quali si può quasi escludere manovre estreme involontarie, come il negativo. Il PRION a differenza della SUSI offre un’efficienza maggiore e un handling più fine. Provale entrambe e fatti un’idea con quale vela ti senti più a tuo agio.