Rivenditori

La vela di riferimento per chi vola cross (EN/LTF B)

MENTOR 4 – ti porta avanti

Più tecnologia, più know-how - più prestazione: Il MENTOR 4 è il parapendio di riferimento del futuro nella classe xc-intermediates. Oltre all’efficienza aumentata il MENTOR 4 offre un handling in termica più raffinato con un equilibrato pilotaggio in virata e ancora migliori valori di salita in termica.  

 

La vela del futuro. MENTOR 1, 2 e 3 erano eccezionali nella loro categoria. Il MENTOR 4 é la continuazione della nostra missione: vogliamo fare una vela al top nella sua categoria. L’efficienza è aumentata di mezzo punto rispetto al suo predecessore. Il MENTOR 4 offre tutto quello, che un appassionato di cross si augura: prestazione impressionante combinata a sicurezza passiva di alto livello. Numerosi titoli e record rispecchiano il successo del concetto MENTOR.

Ottimizzato in tutti i sensi. Il MENTOR 4 è stato creato grazie alla collaborazione dei piloti cross del NOVA Pilots Team. L’esperienza dei piloti cross ha influito lo sviluppo della vela. I nostri designer e testpilots hanno messo in pratica gli input dati e la propria esperienza per arrivare alla soluzione perfetta. I risultati sono una minore inerzia complessiva della calotta – specialmente in volo veloce-; l’handling ancora più preciso e un ulteriore miglioramento della salita in termica. La velocità aumentata del MENTOR 4 permette un’aumentata efficienza contro vento.

Più leggere e ancora più durevole. Il MENTOR 4 ha un peso ottimizzato: elementi strutturali, che sono esposti a minor carico meccanico, sono stati fabbricati con un materiale leggero (Dominico 20D) – il telo del bordo d’entrata invece è fatto di un materiale resistente alle forze meccaniche. Il risultato è una vela nettamente più leggera e allo stesso tempo offre una lunga, e anche più lunga, vita del suo predecessore. Effetto collaterale – positivo-  del peso ridotto è la sicurezza passiva aumentata e l’idoneità per i Hike & Fly.

Rivenditori

Il pilota

Il MENTOR 4 è una vela d’impressionante prestazione, che offre - nelle mani di un pilota esperto – un handling facilmente gestibile anche in situazioni estreme. Tuttavia volare un MENTOR 4 richiede abilità e bravura. Sebbene sia certificato EN-B il MENTOR 4 non è adatto per principianti e solo raramente per piloti occasionali.

Se hai incertezze riguardo alla vela non esitare a contattarci, il tuo rivenditore NOVA sarà lieto di assisterti!

The MENTOR experience

MENTOR 4 - Il nuovo standard

You can't see the video? Please check your browser plugins (AdBlock/Ghostery) if they block videos.

Colori

Gold
Lime
Petrol

Customise your wing

Questo modello in 3D ti dà un’idea di come sarà la vela. Però, per favore, fai attenzione: i colori veri e proprio potranno variare da quelli nel modello in 3D. Per qualsiasi domanda ti chiediamo gentilmente di contattare il tuo NOVA Partner o mandare direttamente una mail al nostro ufficio vasb@abin.rh.

XXS size

The MENTOR 4 XXS (weight range: 55-80 kg) is made of light materials to improve its flying characteristics. As a result, its colours are different than on the other sizes. You can find the XXS on the MENTOR 4 light page.

Size XXS has a recommended weight range of 55 to 80 kilograms.

Features

Speedbrake Riser

The NOVA Speedbrake Riser is the first three-liner riser which permits the glider to be accelerated as well as decelerated. It brings an end to pulling the C-lines, which killed performance.

For an additional charge of EUR 60.- plus your local VAT, we can offer you to equip a MENTOR 4 with a Speedbrake Riser. This offer is only valid for new wings, that have not been delivered yet.

Find out more about the innovative Speedbrake Riser ↗

Dati tecnici

Tecnologie

Materiali

Assistenza

Best Flights

Volume di consegna

Motor

According to the DGAC (France), the MENTOR 4 has been registered for powered flight. Our adventure intermediate is suitable for both free flying and paramotoring. You can find the certification documents in the Downloads section.

Especially for powered flight, we have developed a riser with two mounts1. It is suitable for two different hook-in heights.

1Available from the end of April 2016

FAQ

La risposta dipende dalla tua preferenza personale: se preferisci tanta dinamica e agilità, devi volare la vela nella parte superiore della gamma di peso in volo. Se invece ti piace il volo tranquillo e ben ammortizzato sarai più contento se voli con un carico medio o nella gamma di peso inferiore. Naturalmente hanno influenza anche le condizioni di volo. Un carico superiore porta più stabilità in condizioni turbolenti e di vento forte, con un carico inferiore invece sei invincibile in termiche deboli. Come vedi, caricare in modo giusto la vela è una questione di preferenza personale e dipende dalle condizioni nelle quali voli. Il tuo distributore NOVA volentieri ti consiglia!

I freni sono parte rilevante per l’omologazione – cambiamenti possono ripercuotersi sulle caratteristiche di volo e su manovre estreme. Dato quest’aspetto, noi sconsigliamo fortemente di apportare cambiamenti ai freni. È di grande importanza, che i freni abbiano abbastanza via “a vuoto”. Questo è importante per impedire, che la vela inizi a frenare da sola, quando si spinge la pedalina. Inoltre un freno troppo corto diminuisce l’efficienza e influisce manovre estreme, come chiusure, aperture di esse o situazioni di pre-stallo.

L’ efficienza dipende molto dalla resistenza aerodinamica del pilota stesso ed é direttamente correlata alla selletta usata e la sua posizione in volo. La differenza tra sellette e tra le diverse posizioni in volo può cambiare di un punto l’ efficienza. Noi stessi non diamo dati assoluti dell’efficienza, ma solamente ci confrontiamo con altre vele di referenza. Per questa ragione non pubblichiamo i dati relativi all’ efficienza.

Come tenere i comandi è una cosa di preferenza personale, che s’incide notevolmente sull’handling della vela e le sue caratteristiche. Noi di NOVA consigliamo mezzo avvolgimento: prendere il comando in mano e avvolgere il cordino intorno a metà mano, così che il cordino lascia la mano tra pollice e indice. Questo accorcia i freni di ben 30 centimetri, cosa che si riflette in modo positivo sul feedback: si sente direttamente la tensione del freno e, avendo le braccia più alte, si sentono meglio le reazioni della vela. Frenare senza avvolgimento è sconsigliabile pervia dell’ergonomia. Esclusi sono planate e altri momenti in volo, durante i quali un diretto handling non ha importanza. Attenzione: chi è abituato a volare senza avvolgimento, deve calcolare la via di frenata accorciata.

Lo ION è meno dinamico del MENTOR. Lo ION è fatto per i piloti che preferiscono comodità e tranquillità in volo. Il MENTOR invece è più sportivo.

Semplicità é il nostro principio. Le nostre vele possono, ma non devono essere piegate con l’aiuto della sacca a ripiegamento veloce. Fondamentalmente tutte le nostre vele possono essere messe in una sacca, senza essere piegate. Importante è non piegare inutilmente forte le stecche, soprattutto non per un periodo più lungo. Inoltre consigliamo un accurato uso della vela.

Teli, cordini e tutti gli altri elementi di una vela sono sottoposti a prove intensive prima di essere usati in prodotti di serie. Testiamo i teli per quanto riguarda la loro longevità (porosità alta o diminuita resistenza a strappi causati da raggi UV o abrasioni) e la loro resistenza meccanica - come la distensione. Per assicurare la qualità facciamo controlli regolari durante la produzione.  

Con i primi voli i cordini sono sottoposti per la prima volta a dei carichi. Allungamento o restrizione ne sono la conseguenza, indipendentemente dal produttore del cordino o da com’è stato usato nella produzione della vela. Per pareggiare questo movimento dei cordini ti consigliamo di inviare la tua vela per un NTT dopo le prime dieci fino venti ore di volo. Dopo queste ore la lunghezza dei cordini, di regola, non si modifica più. Per usufruire alla meglio del NTT noi di NOVA consigliamo di portare la vela per un controllo dopo le prime dieci fino venti ore di volo.

All’ asciutto, non piegato troppo stretto e possibilmente senza grandi sbalzi di temperatura – queste sono le condizioni, nelle quali i nostri parapendii si sentono bene. Per favore non depositare un parapendio umido. Anche calore grande – come per esempio in macchina – dovrebbe essere evitato. Eventuali macchie non devono - in nessun caso - essere tolte con un detergente chimico e/o una spazzola.