Rivenditori

Tre linee | Cassoni: 33 | Allungamento: 4,4 | Peso: 1,65 Kg - taglia 12 (EN/LTF D)

BANTAM - Made for para-mountaineers.

Piccolo, compatto, dinamico - il BANTAM è la mini vela perfetta per tutti gli alpinisti che prediligono una discesa in volo veloce piuttosto che una discesa a piedi. Il BANTAM con i suoi 1,65 chili (taglia 12) è la vela non mono superficie con certificazione più leggera al mondo (ottobre 2019).

Il Piccolo ribelle della sua categoria di peso. Il pratico pacchetto pesa solo 1,65 chili (taglia 12), sta comodamente in uno zaino da trekking e il suo potenziale di divertimento è enorme. Ha dimostrato la sua ottima efficienza alla Dolomitenmann 2019, quando Chrigel Maurer e la sua squadra, hanno vinto la classifica generale. Per coloro che lo amano meno dinamico o che hanno un peso in decollo più alto, la taglia 14 del BANTAM è il partner ideale per le avventure alpine in parapendio. Il nostro imbrago MONTIS è il complemento ideale con i suoi 320 grammi (taglia M) - BANTAM  taglia 12 e il MONTIS pesano insieme solo circa 2000 grammi.

Lascia volare le tue ambizioni. Sei il tipo che sale su cime alte e preferisce fare qualche inversione di rollio verso valle invece di camminare? Se hai il BANTAM nel tuo zaino, d'ora in poi potrai vivere le montagne in modo più intenso. L’allungamento ridotto e i cordini estremamente corti aiutano in decollo e permettono una gestione molto diretta. Il BANTAM è già bello veloce a trim e l'aumento della velocità a tutta speed è impressionante. Tuttavia, la stabilità in aria turbolenta rimane notevolmente elevata. Anche chi non partecipa al Dolomitenmann, Rise&Fall & Co. può battere il proprio record personale con il BANTAM. E non da ultimo la grande differenza rispetto alle vele monosuperficie: la restituzione di energia, che è un altro punto di forza speciale del BANTAM, che permette di avere una maggiore manovrabilità anche in condizioni di atterraggio non ottimali.

Da professionisti, per professionisti. Il BANTAM è stato progettato per risparmiare peso dove possibile, ma i dettagli tecnici non sono stati trascurati. Ha mini centine extra piccole e un vector band nell’estradosso. Con una lunghezza dei cordini di appena quattro metri (taglia 12) - un ottimo valore in questa classe di vele - la vela può essere aperta anche sul più piccolo decollo. In termini di geometria dei freni, l'attenzione si è concentrata sulla precisione di pilotaggio e sul comportamento ottimale in planata. Questo naturalmente aiuta durante l'atterraggio, ma anche durante il decollo, poiché la vela genera molta portanza e con un semplice colpo di freno, decolla a velocità inferiore. Una volta in aria si può poi davvero accelerare: la speed permette di ottenere una velocità massima veramente notevole.

Requisiti per i piloti

Il BANTAM (EN/LTF D) non è adatto ai principianti e la scuola, è rivolto a piloti esperti che vogliono, con il minor peso possibile fare Hike&Fly, corse in montagna con discesa, volo bivacco e le relative competizioni. Volato con un elevato carico alare, la sua maneggevolezza immediata e le sue caratteristiche di volo dinamico consentono manovre come inversioni di rollio. Allo stesso tempo, il BAMTAM richiede sempre precisi gesti di controllo e l'intervento attivo del pilota in situazioni estreme. Se non siete sicuri che i parapendii di classe EN-D siano la scelta giusta per voi, potete farvi consigliare dalla vostra scuola di volo o dal vostro rivenditore NOVA.

Brevemente

Tessuto di peso ottimizzato. Utilizziamo solo tessuti della migliore qualità e testiamo tutti i materiali non solo per la resistenza all'invecchiamento (porosità o ridotta resistenza allo strappo, dovuta ai raggi UV o all'abrasione), ma facciamo anche test per la stabilità meccanica, come l'allungamento. Per garantire la qualità, preleviamo regolarmente campioni casuali anche durante la produzione in serie. Il BANTAM utilizza il tessuto più leggero attualmente disponibile sul mercato, che si distingue anche per la compattezza durante il ripiegamento e l'elevata resistenza ai raggi UV.

Mini-centine. Le mini-centine aumentano il numero di cassoni nell'area posteriore dell'ala e garantiscono così un bordo di uscita ottimizzato dal punto di vista aerodinamico. Le mini-centine del BANTAM sono particolarmente corte - un altro accorgimento per creare un parapendio il più leggero possibile.

Estradosso con vector tape. Il vector tape riduce la piega che si verifica durante la frenata. In questo modo, sia le prestazioni in salita che la maneggevolezza ne traggono un notevole beneficio. Sul BANTAM, questo vector tape corre proprio davanti alle mini-centine.

Bretelle leggere. Le bretelle leggere del BANTAM sono comode e, come tutto il resto, sono progettate per risparmiare più peso possibile sull'attrezzatura. Una coppia pesa solo 160 grammi.

Picchetti di ancoraggio. Grazie a questi piccoli occhielli e picchetti di legno, il parapendio potrà essere facilmente fissato su terreni molto ripidi e scivolosi come per esempio sulla neve. In questo modo si evita che il parapendio scivoli verso il basso durante la fase di preparazione al volo. Al momento del decollo, quando la vela si alza, i picchetti si staccano da soli. Troverete le istruzioni dettagliate sull'uso dei picchetti di ancoraggio nel manuale del BANTAM.

L'opinione di Chrigel Maurer

"Per me, il BANTAM stabilisce nuovi standard nel suo segmento perché plana meglio e ha visibilmente più velocità massima. Il pilotaggio è facile e mi trovo totalmente a mio agio - così posso sfruttare appieno tutte le sue performance".

The BANTAM experience

Dati tecnici

  10 12 14
Numer cassoni 33
Apertura alare proiettata 5,8 6,3 6,9
Superficie proiettata 10,2 12 14
Allungamento proiettato 3,3
Apertura alare reale 7,3 7,9 8,5
Superficie reale 12 14 16,6
Allungamento reale 4,4
Diametro cordini 1 / 1,4 / 1,85
Lungezza cordini 3,55 3,95 4,49
Lunghezza totale 156 173 190
Profondità massima del profilo 2 2,2 2,34
Profondità minima profilo 0,9 1 1,1
Peso 1,5 1,65 1,8
Gamma di peso in volo - 65-90 55-100
Certificazione (EN/TLF) - D D

Materiali

Assistenza

Colori

Peacock

Customise your wing

Questo modello in 3D ti dà un’idea di come sarà la vela. Però, per favore, fai attenzione: i colori veri e proprio potranno variare da quelli nel modello in 3D. Per qualsiasi domanda ti chiediamo gentilmente di contattare il tuo NOVA Partner o mandare direttamente una mail al nostro ufficio vasb@abin.rh.

Volume di consegna

FAQ

  • Evitare raggi UV: esporla il meno possibile al sole!
  • Riporre la vela sciolta, all’asciutto e al buio.
  • Mai riporla umida.
  • Non trascinarla per terra (specialmente non il bordo d’attacco con le stecche).
  • Evitare sabbia e polvere.
  • Mai pulire con detergenti chimici o usare una spazzola.
  • Se sporca, utilizzare una spugna morbida e tanta acqua.

Puoi rivolgerti a un rivenditore NOVA competente. Se nei tuoi dintorni non c’è una scuola di volo, l’importatore NOVA è la persona di riferimento. Una lista dei nostri distributori e partner la trovi qui. Per domande specifiche puoi naturalmente anche rivolgerti a noi.

Con i primi voli i cordini sono sottoposti per la prima volta a dei carichi. Allungamento o restrizione ne sono la conseguenza, indipendentemente dal produttore del cordino o da com’è stato usato nella produzione della vela. Per pareggiare questo movimento dei cordini ti consigliamo di inviare la tua vela per un NTT dopo le prime dieci fino venti ore di volo. Dopo queste ore la lunghezza dei cordini, di regola, non si modifica più. Per usufruire alla meglio del NTT noi di NOVA consigliamo di portare la vela per un controllo dopo le prime dieci fino venti ore di volo.

Il tessuto leggerissimo è un po' più sensibile ai danni di un tessuto per parapendio più pesante. Si dovrebbero evitare sia inutili sollecitazioni meccaniche (trazione sul terreno, groundhandling intensivo a terra) sia inutili esposizioni ai raggi UV. Come regola generale, tenete sempre il vostro parapendio asciutto e piegato morbido nello zaino. La garanzia NOVA vale comunque per tutti i parapendii NOVA - leggeri o meno.

Più alto è il carico alare di un parapendio, più dinamico diventa il suo comportamento di volo. Questo significa che la vela reagisce rapidamente e con energia a tutti gli impulsi di controllo. Questa energia può essere utilizzata attivamente per le manovre di volo, come ad esempio le inversioni di rollio. Tuttavia, le vele con un carico alare molto elevato non sono adatte ai principianti proprio per più dinamiche. Se il carico dell'ala è basso, la vela reagirà più lentamente e con meno energia agli impulsi dei freni. La sensazione ottimale di volo si ottiene con un carico alare che corrisponde al peso individuale al decollo, potrete trovare il vostro carico ideale consultando la tabella dei pesi specificata nella certificazione.

 

Vi raccomandiamo di posizionare la vela nella normale forma ad arco e di fare in modo che il bordo d'attacco sia aperto e che i cordini siano accuratamente ordinati. In caso di decollo su terreni accidentati, bisogna opportunamente verificare che non ci siano radici o simili che impiglino i cordini/ o la vela quando la si tira in alto per decollare, e che non ci siano "ostacoli" sul percorso del pilota.

Le norme giuridiche per quanto riguarda i decolli sono diverse in ogni paese. In Germania, ad esempio, si può decollare solo da decolli ufficiali, mentre in Austria e in Italia si può decollare ovunque, sempre che il proprietario del terreno lo permetta (dov’è possibile verificate i permessi). Di norma, nelle riserve naturali non sono consentiti né decolli né atterraggi. Vi preghiamo di familiarizzare con le leggi dei rispettivi paesi, di prestare attenzione alle zone di interdizione al volo e alle comunicazioni dei club di volo e delle associazioni locali e di rispettare sempre la natura e le altre persone. Potremo così continuare a goderci tutti il nostro sport per  ancora molto tempo a venire.

I picchetti di ancoraggio sono fissati al bordo di uscita con occhielli appropriati. (Le istruzioni esatte si trovano nel manuale della vela.) Se usati correttamente, i perni vengono estratti dal terreno o dalla neve durante il decollo e volano a valle attaccati ai loro anelli. Se uno di loro si perde non è così grave per l’ambiente - i nostri perni di tenuta sono fatti di legno e quindi biodegradabili. È importante rimuovere i perni prima di ripiegare la vela per evitare di rovinare il tessuto.

Se non siete sicuri di quale classe di vela sia adatta alle vostre capacità, dovreste “progredire lentamente”. Innanzitutto, i voli più belli si fanno con un parapendio sotto il quale ci si sente a proprio agio - inoltre, nel migliore dei casi, si risparmiano esperienze negative, che capitano quando la gestione in volo del parapendio, supera chiaramente la propria abilità nel pilotarlo. Un modo sicuro per capire se la vela è quella giusta, per i piloti di livello intermedio, è quello di chiedere consigli individuali presso la propria scuola di volo o presso il loro rivenditore NOVA e di prendere parte ad un ulteriore corso di pilotaggio attivo e/o a un corso SIV.

Per quanto riguarda il BANTAM, il confronto con le vele classiche EN-D (cioè vele da cross country) è solo parzialmente adatto alla corretta valutazione di questa vela. Il BANTAM ha da un lato un allungamento molto più basso, ma dall'altro lato un carico alare molto più alto rispetto alle classiche vele EN-D. I requisiti del pilota per questi diversi concetti di vela differiscono notevolmente:
Il BANTAM è molto facile in decollo e atterraggio. Tuttavia, devi correre più velocemente senza vento che con vele più grandi. Ha un pilotaggio molto diretto e immediato - il che significa che si deve volare in modo ancora più attento e consapevole, a causa della maggiore velocità di volo e del tasso di caduta molto elevato. Proprio come non dovreste passare da una vela leggermente allungata - senza gradini intermedi - ad una vela con un allungamento molto elevato, vi consigliamo di non raddoppiare il solito carico alare. Se avete volato solo vele con un'area proiettata di oltre 20 metri quadrati, il BANTAM potrebbe non fare al caso vostro.