Rivenditori

La vela d’ eccellenza per i voli cross (EN C)

TRITON 2 – prestazione di carattere sincero

Un parapendio che vola sopra la sua classe: il nuovo TRITON 2 (EN C). Per quanto rigurarda le caratteristiche di un pilota TRITON 2 (EN C), si puó dire che sono simili a quelle di un pilota della ormai vecchia classe DHV 2-3 e allo stesso tempo offre la prestazione di una vela da gara. Questo rende il TRITON 2 la vela d’ eccellenza per i voli cross.

Il NOVA TRITON 2 porta una ventata d’aria fresca per le vele da gara di serie, che stanno nella tradizione delle vele DHV 2-3. Il TRITON 2 offre sia una prestazione impressionante con potenziale per le gare di lega e per voli cross ambiziosi, che anche una maneggevolezza in volo assolutamente gestibile da piloti esperti. È quello che un pilota esigente richiede: il TRITON 2 è LA vela, che combina prestazione e sicurezza (corrispondente la sua categoria).

Grazie all’allungamento moderato (6.4 reale) del TRITON 2 le sue caratteristiche in volo sono complete: la vela é vivace, i freni sono sensibili e invita a divertirsi sopra l’atterraggio dopo un volo di cross. IL TRITON 2 offre tutto quello che un pilota ambizioso cerca: top prestazione; buona sicurezza passiva, corrispondente alla sua categoria; cerca la salita migliore in termica; i comandi sono sensibili e, soprattutto, il divertimento è assicurato.

Rivenditori

Valori Triton 2

Tecnologia al top. Il TRITON 2 è il risultato di 25 ANNI di ricerca e sviluppo nella costruzione di parapendii. Il suo comportamento in volo è stato calcolato grazie a software sofisticati e simulazioni. Sono state apportate le cosiddette Needle-Eye Ribs, una costruzione che permette di collegare fino a cinque cassoni. Queste passano fra le centine per degli appositi buchi. Il risultato è di un migliore profilo  alare rispetto al metodo di costruzione tradizionale. Il 3D-Shaping e le bocche d’aria ottimizzate in posizione e grandezza sottolineano il potenziale della prestazione del TRITON 2.

Prestazione sincera. Niente trucchi per abbellire: il TRITON 2 è una vela a tre linee ad alto livello, che richiede di essere volato da un pilota esperto. Questo, a sua volta, riceve quello che si aspetta: una vela di prestazione straordinaria, la quale è stata testata a fondo per quanto riguarda collassi, chiusure, stalli ecc. Il naso del TRITON 2 è stabilizzato da stecche assai flessibili, che finiscono poco dopo il livello dei cordini A. Il livello delle A non è stato portato indietro rispetto al TRITON 1.  Chiusure, in gran lunga, non sono ampie, sia un frontale provocato con le A, che anche nella situazione reale. Il TRITON 2 con un allungamento moderato di 6.4 (reale) continua la tradizione dei suoi predecessori, TYCOON e TRITON 1.

Innovazione e progresso. Guardando il suo allungamento, l’area alare e la sicurezza, il TRITON 2 è una vela tradizionale e allo stesso tempo offre innovazione ad ampio spettro. Per esempio il mix di materiali: per migliorare il comportamento della vela in situazioni di volo estreme la costruiamo con un telo leggero e contemporaneamente durevole (32 grammi/m2), già usato col MENTOR 3 light. Il profilo è munito dei ulteriormente sviluppati, Air Scoop, i quali permettono una pressione interna aumentata – specialmente in volo veloce. Il TRITON 2 approfitta del Know-how che ha già portato al successo ION e MENTOR.

Il pilota

Il TRITON 2 richiede un pilota esperto, che vola regolarmente. Questo parapendio spicca per la sua prestazione impressionante combinata a un handling gestibile, per una vela della sua categoria, in manovre di volo estremo. Le abilità di un pilota TRITON 2 comunque corrispondono a quelle richieste per un pilota TRITON 1.

L' esperienza TRITON

Commenti del designer

You can't see the video? Please check your browser plugins (AdBlock/Ghostery) if they block videos.

Carico ammissibile amplificato

Il TRITON 2 dispone, nelle misure M e L, di un carico ammissibile amplificato: per M consigliamo la gamma di peso da 90 a 110 chilogrammi, tuttavia la vela è omologata fino a 115 chilogrammi. Con la misura L la gamma di peso ottimale si estende da 110 a 120 chilogrammi e può essere volata fino a 130 chilogrammi – omologata.

Per i voli cross consigliamo di rimanere entro la gamma di peso ottimale. Il carico amplificato è per chi ama un alta velocità. La miglior qualità di volo si mostra volando con il parapendio nella parte superiore della gamma di peso ottimale.

Caratteristiche tecniche

Colori

Petrol
Orange

Non ci sono colori personalizzati disponibili per il TRITON 2.

Dati tecnici

Tecnologie

Materiali

Assistenza

Best flights

Volume di consegna

FAQ

Semplicità é il nostro principio. Le nostre vele possono, ma non devono essere piegate con l’aiuto della sacca a ripiegamento veloce. Fondamentalmente tutte le nostre vele possono essere messe in una sacca, senza essere piegate. Importante è non piegare inutilmente forte le stecche, soprattutto non per un periodo più lungo. Inoltre consigliamo un accurato uso della vela.

I freni sono parte rilevante per l’omologazione – cambiamenti possono ripercuotersi sulle caratteristiche di volo e su manovre estreme. Dato quest’aspetto, noi sconsigliamo fortemente di apportare cambiamenti ai freni. È di grande importanza, che i freni abbiano abbastanza via “a vuoto”. Questo è importante per impedire, che la vela inizi a frenare da sola, quando si spinge la pedalina. Inoltre un freno troppo corto diminuisce l’efficienza e influisce manovre estreme, come chiusure, aperture di esse o situazioni di pre-stallo.

Con i primi voli i cordini sono sottoposti per la prima volta a dei carichi. Allungamento o restrizione ne sono la conseguenza, indipendentemente dal produttore del cordino o da com’è stato usato nella produzione della vela. Per pareggiare questo movimento dei cordini ti consigliamo di inviare la tua vela per un NTT dopo le prime dieci fino venti ore di volo. Dopo queste ore la lunghezza dei cordini, di regola, non si modifica più. Per usufruire alla meglio del NTT noi di NOVA consigliamo di portare la vela per un controllo dopo le prime dieci fino venti ore di volo.

All’ asciutto, non piegato troppo stretto e possibilmente senza grandi sbalzi di temperatura – queste sono le condizioni, nelle quali i nostri parapendii si sentono bene. Per favore non depositare un parapendio umido. Anche calore grande – come per esempio in macchina – dovrebbe essere evitato. Eventuali macchie non devono - in nessun caso - essere tolte con un detergente chimico e/o una spazzola.